Concerto in forma scenica

QUEL DELIZIOSO ORRORE…
FARINELLI EVIRATO CANTORE

ANGELO MANZOTTI - Il giovane Farinelli
PIETRO NUTI - Il vecchio Farinelli
Vita e canto di Carlo Broschi
di Guido Barbieri e Sandro Cappelletto
Ensemble Accademia dei Solinghi

musiche di G.F. Häendel, G.Giacomelli, R.Broschi, B.Galuppi, J.A.Hasse, W.A.Mozart

mercoledì 10 ottobre ACQUISTA

20:00

Venezia

Teatro La Fenice - Sale Apollinee - Sezione Grandi Vocalità

ACCADEMIA DEI SOLINGHI

Ha iniziato l’attività nel 1990. Il nome del complesso è stato  scelto in omaggio alla dotta Accademia fondata nel ‘600 dal Cardinale Maurizio di Savoia e alla sua guida è stata  chiamata Rita Peiretti, rinomata sia per gli studi che per le esecuzioni di musica antica. Nel corso di questi anni ha partecipato a numerosi concerti sia in che all’estero, accolta ovunque con calorosi consensiAi Solinghi si deve la prima rappresentazione in epoca contemporanea di moltissime composizioni barocche, sia da camera che per orchestra, tra i quali: gli “Intermedi delle Sirene” (1595) di Pietro Veccoli, “La Zalizura” (1618?) di Sigismondo d’India” e “Mitridate Re del Ponto” (1767) di Quirino Gasparini (tutti musicisti operanti alla corte dei Savoia).L’Accademia ha inciso  per le etichette Claudiana di Torino, “Stradivarius” e “Rugginenti” di Milano, “Dynamic” di Genova; cd trasmessi regolarmente dalle principali emittenti sia europee che americane.

RITA PEIRETTI

clavicembalo

ALESSANDRO PEIRETTI

violoncello

DAVIDE SANSON

tromba

ANGELO MANZOTTI

Angelo Manzotti, sopranista, si dedica alla riproposta del repertorio storico dei castrati, sviluppatosi dall’inizio del Seicento con particolare riferimento alla produzione settecentesca (Händel, Hasse, Vivaldi, Pergolesi, Mozart, ecc.) in ambito operistico e nell’ambito della musica sacra, ma spingendosi anche alla musica contemporanea.

Vincitore nel 1992 del Concorso Internazionale Luciano Pavarotti di Philadelphia e del primo Torneo Internazionale di Musica (Roma 1992), si è aggiudicato il Timbre de Platine di Opéra International con la sua prima registrazione discografica Arie di Farinelli (1995), il cui programma viene portato in tournée dal 1994. Ha registrato per la Rai Italiana per il circuito Eurovisione e per la TV olandese. Ha collaborato con alcuni tra i più prestigiosi ensemble strumentali, esibendosi in Italia , Europa, America e Asia.

Tra le opere interpretate: Händel :Rinaldo,Tamerlano  Monteverdi, L’incoronazione di Poppea, Il Ballo delle ingrate, L’Orfeo, Pergolesi: Il Prigionier superbo,  Vivaldi: la Griselda – Cesti: la Dori – Rossini: Aureliano in Palmira – La Licata: L’Angelo e il Golem Humperdink: Haensel und Gretel ecc

Ha registrato per le etichette discografiche Arion, Bongiovanni, Naxos, Tactus, Dynamic, Callisto Records. Ha al suo attivo 28 registrazioni discografiche di successo.

Dal 1997 è con Piero Nuti  protagonista dello spettacolo: Quel delizioso orrore (Vita di Farinelli, evirato cantore) di Cappelletto e Barbieri replicato ormai in Italia e all’estero innumerevoli volte. E’ stato protagonista dell’opera contemporanea L’Angelo e il Golem di F. La Licata, composta espressamente per lui. Da alcuni anni, oltre al canto e all’insegnamento, si dedica alla regia teatrale.

Attualmente sta lavorano alla regia di Combattimento di Tancredi e Clorinda e Ballo delle Ingrate sempre di Monteverdi e al Giulio Cesare di Händel che debutterà il prossimo ottobre a Mantova.

PIERO NUTI

Nasco al teatro all’Università di Genova ed è subito tragedia greca, Cicerone e Vittorio Alfieri, arrivo a Torino e pongo le basi del Teatro Stabile, poi Guido Salvini, Pietro Sharoff, Dario Fo, Franco Enriquez, Gianfranco Debosio, Memè Perlini, Giovanni Testori… Fondo con Maurizio Scaparro e Adriana Innocenti ( con cui divido felicemente per 60 anni anche la vita) il Teatro Popolare di Roma che dirigo per 20 anni e infine lo unisco con Torino Spettacoli di Germana Erba con cui divido per anni la Direzione Artistica.

Ho avuto tantissimi premi in Italia e all’estero – quello più caro è il Pirandello Maschere Nude nel 1989 per Lazzaro in cui nessuno credeva.

Ho due rimpianti grandi: la compagnia “Carla Gravina-Adriana Innocenti-Giuseppe Pambieri-Piero Nuti” diretta da Franco Enriquez e Lele Luzzati e una “Fedra” di Racine-Ungaretti che con la regia di Testori avrebbe dovuto debuttare nella Reggia di Versailles. Entrambe andate a monte per lo svolazzar di lenzuola.

Programma Evento

Georg Friedrich HÄNDEL (1685 -1759)

da Serse “Ombra mai fu”

Geminiano GIACOMELLI (1692 – 1740)

da Merope “Sposa non mi conosci”

Riccardo BROSCHI (1658 – 1756)

da Artaserse “Son qual nave”

Baldassare GALUPPI (1706 – 1785)

da Antigona “Già che morir degg’io”

Geminiano GIACOMELLI (1692 – 1740)

da Merope “Quell’usignolo che innamorato”

Wolfgang Amadeus MOZART (1756 – 1792)

Rondò in re maggiore K485

Baldassare GALUPPI (1706 – 1785)

Sonata per clavicembalo in do minore

Larghetto, Allegro

Georg Friedrich HÄNDEL (1685 -1759)

da Rinaldo “Lascia ch’io pianga”

BIGLIETTI POSTO UNICO

Intero Euro 25.00 - Ridotto Euro 20.00

Euro 15.00 - Concerto 30 settembre

INFO BIGLIETTERIA

I biglietti si possono acquistare presso:

Biglietterie di Venezia Unica di:

  • Venezia: Tronchetto, P.Roma, Ferrovia info point, Ferrovia F18, Rialto linea 2, Lido S. Maria Elisabetta, San Marco Palazzo Correr
  • Mestre: punto vendita Venezia Unica Piazzale Cialdini
  • Dolo: punto vendita Venezia Unica Via Mazzini
  • Sottomarina: punto vendita Venezia Unica Viale Padova
  • Chioggia Vigo: approdo ACTV biglietteria Venezia Unica
  • Presso il call center hello Venezia 0412424
  • La sede dello spettacolo, nel giorno in cui si svolge e nel giorno precedente

Riduzioni (non cumulabili)
Studenti fino a 26 anni; persone sopra i 60 e residenti a Venezia; Riduzione speciale Euro 15.00 per i soci dell’Associazione Amici della Fenice, dell’Ateneo Veneto, AIL, (Associazione Italiana Leucemie), Rotary Club

Gli inviti per il concerto del 9 settembre - Squero di San Trovaso si potranno ritirare presso la biglietteria del Teatro La Fenice dall’inizio della settimana del concerto

Per il concerto di giovedì 4 ottobre al Fondaco dei Tedeschi ci si deve prenotare da lunedì 17 settembre al seguente indirizzo fondaco.colture@dfs.com.