Sezione Centenari ricordando Beethoven (1770 - 2020)

DUO BARUTTI

giovedì 23 settembre ACQUISTA

20:00

Teatro la Fenice-Sale Apollinee

Giuseppe BARUTTI

violoncello

Anna BARUTTI

pianoforte

 

ANNA BARUTTI

Pianista tra le più acclamate, si è formata con Eugenio Bagnoli per il pianoforte e con Sergio Lorenzi per la musica da camera al Conservatorio
“Benedetto Marcello”, dove si è diplomata con il massimo dei voti, la lode e una speciale borsa di studio.

Prima classificata al Concorso Pianistico Nazionale “Premio
Città di Treviso” è stata subito indicata come una dei pianisti più interessanti della sua generazione ed ha tenuto concerti in importanti sedi tra l’altro a Milano alla Piccola Scala, allo Schlösskonzert di Vienna al Festival Internazionale di Musica di Lubiana, al Festival Internazionale di Houston, per il Museum of the Arts di Dallas, nella prestigiosa Sala Ciajkowskij a Mosca e per l’Accademia Chopin di Varsavia, in Corea del Sud, presso il Sejong Theater, con la Philarmonic Orchestra, al Festival di Son Pó Teatro di Sun-Cion, a Lerida per i Corsi Pianistici Internazionali, a Madrid per Radio Espana, al Teatro la Fenice e per la Biennale Musica, Amici della Musica di Firenze, Maggio Musicale ed Estate Fiesolana,all’Istituzione Universitaria dei Concerti, all’Auditorium RAI di Roma al Teatro Ghione, per gli Amici della Musica di Padova, per il Bologna Festival al Teatro Comunale, al Festival Internazionale di Musica da Camera di Portogruaro, Vicenza, al Festival Mozartiano di Vicenza ed in molte altre importanti sedi, sempre con grande successo di pubblico e di critica.

Premiata all’Accademia Chigiana di Siena con Diploma d’Onore ha vinto una borsa di studio per il perfezionamento annuale al Conservatorio Ciajkowskij di Mosca con Liubov Timofeieva.

Prezioso è stato il perfezionamento del repertorio beethoveniano con il grande pianista Wilhelm Kempff e di quello cameristico con Franco Gulli. Ha eseguito i Concerti di Beethoven sotto la guida di Roberto Abbado e Vladimir Delman,

con entusiastici consensi di pubblico e critica. È molto apprezzata anche al repertorio cameristico ed ha collaborato con prestigiosi interpreti di musica da camera. In collaborazione con i Cameristi e Rony Rogoff ha suonato per Teatro la Fenice di Venezia, l’Università di Venezia e la RAI TV italiana per l’esecuzione dell’opera cameristica di J. Brahms, incisa per l’etichetta Mondo Nuovo.

Ha fatto parte, con Pavel Vernikof e Piero Rattalino, del direttivo artistico della Fondazione Musicale di Portogruaro, organizzando importanti corsi di perfezionamento internazionali ed il Festival omonimo che ha visto come ospiti, tra l’altro, quali Sviatoslav Richter, Natalia Gutman, Bruno Giuranna, Giuseppe Sinopoli, Quartetto Borodin…

Titolare della cattedra di pianoforte principale al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia, ha avuto numerosi allievi italiani e stranieri che hanno vinto concorsi pianistici
nazionali ed internazionali.

Ha promosso e curato la serie di concerti “Dove nasce la
musica” tenuti dai più promettenti giovani concertisti presso
la Fondazione Levi di Venezia.
Ha tenuto importanti Master Classes
nte invitata per concerti e corsi, presso la Seoul
National University e la Sungshin Universit ed al Wasserburger Klaviersommer; ha fatto parte della giuria del Concorso Internazionale L. Viñas in Spagna,
dove ha tenuto Master Classes e seminari sulla tecnica pianistica e l’interpretazione alla IX edizione dei Corsi Pianistici Internazionali e si è esibita con grande successo in recital dedicati a Beethoven e Schubert.

GIUSEPPE BARUTTI

Violoncellista veneziano, è considerato tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani. È stato indicato da Lorin Mazel come uno dei grandi talenti del violoncello per l’alta qualità delle sue interpretazioni e l’unicità della voce conferita al suo strumento.

Ha debuttato a undici anni, vincendo il primo premio al Concorso di Violoncello di Vittorio Veneto e in seguito al Concorso di Biella, riconfermando poi in altre tre edizioni il primo premio con menzione onorevole della Giuria. Si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio Benedetto Marcello con A. Vendramelli. Si è perfezionato con Franco Rossi, violoncellista del celeberrimo Quartetto Italiano e con Antonio Janigro, mentre prezioso è stato il contatto con S. Celibidache. Appena ventenne ha ottenuto il ruolo di primo violoncello al Gran Teatro la Fenice di Venezia e in seguito è stato invitato a collaborare con le più prestigiose formazioni sinfoniche italiane. Con grande successo di pubblico e di critica si è esibito in concerti sia come solista (opere da J.S. Bach a Ligeti), sia con orchestra, in Italia e all’estero, curando anche il repertorio cameristico dal duo alle più svariate formazioni, a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Massimo Somenzi, Bruno Canino, Alain Menuier, Bruno Giuranna, Pavel Bogino, Pavel Venikov, Rony

Rogoff, Rocco Filippini. Ha collaborato con le più importanti formazioni internazionali partecipando a tournée
in tutto il mondo. Ha ricoperto il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano.

È stato Primo violoncello e membro fondatore dell’Accademia Musicale di San Giorgio – Fondazione Cini,
con la quale ha preso parte a concerti in prestigiosissime sedi concertistiche italiane ed europee, tra cui il Festival di Salisburgo, l’Unione Musicale di Torino, il Teatro La Fenice di Venezia ed in molte altre importanti sedi concertistiche. Con i Cameristi ha realizzato importanti produzioni cameristiche, tra cui l’incisione dell’intera opera di J. Brahms, salutata dallacritica tedesca come vera rivelazione. Come solista e primo violoncello è stato invitato da Claudio Scimone a collaborare con i “Solisti Veneti”, con i quali è stato impegnato in tournée di successo in tutto il mondo, nell’ambito dei più rinomati Festival Musicali a Vienna, New York, Tokio, Londra, Milano, Madrid, Boston,

Salisburgo e in molte altri paesi e città. Incide per la Decca e la Erato.

Programma Evento

LUDWIG VAN BEETHOVEN (1770-1827)

da Sonata Op.5 n.2 in sol minore
Adagio sostenuto ed espressivo Allegro molto, piuttosto presto Rondò:Allegro

FRANZ SCHUBERT (1797-1828)

da Sonata in la minore D821 “Arpeggione”
Allegro moderato, Adagio, Allegretto

LUDWIG VAN BEETHOVEN (1770-1827)

da Sonata Op.69 in La maggiore
Allegro ma non tanto
Scherzo Allegro molto
Adagio cantabile – Allegro vivace

Biglietti posto unico

Intero Euro 25.00 - Ridotto Euro 20.00 / 15.00

INFO BIGLIETTERIA

I biglietti si possono acquistare presso:

Biglietterie di Venezia Unica di:

  • Venezia: Tronchetto, P.Roma, Piazzale Roma ufficio IAT, Stazione Scalzi biglietteria linea 2, Ferrovia F18, Rialto linea 2, Lido S. Maria Elisabetta, Piazza San Marco 71 Palazzo Correr, Accademia biglietteria approdo Actv
  • Mestre: punto vendita Venezia Unica Piazzale Cialdini, Aeroporto Marco Polo, ufficio IAT area arrivi
  • Dolo: punto vendita Venezia Unica Via Mazzini
  • Sottomarina: punto vendita Venezia Unica Viale Padova
  • Chioggia Vigo: approdo ACTV biglietteria Venezia Unica
  • Presso il call center hello Venezia 0412424
  • La sede dello spettacolo, nel giorno in cui si svolge e nel giorno precedente

Riduzioni (non cumulabili)
Studenti fino a 26 anni; persone sopra i 60 e residenti a Venezia; Riduzione speciale Euro 15.00 per i soci Amici della Fenice, Associazione Piazza San Marco, Ateneo Veneto, AIL - Associazione Italiana Contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma Onlus, Rotary Club.

Gli inviti per i concerti dell’8 settembre - Palazzo Cavalli Franchetti e per il concerto dell’11 ottobre - Palazzo Labia si potranno ritirare fino a esaurimento presso la biglietteria del Teatro la Fenice dall’inizio della settimana del concerto.